Spedizione gratuita da €79,90

IMPASTO per PANE con Farina di riso integrale, mais e ceci

INGREDIENTI x 1 Pagnotta

Solidi:
  • 120g Amido di mais
  • 60g Farina di riso integrale finissima (crema)
  • 40g Amido di tapioca
  • 10g Farina di mais finissima (fumetto)
  • 6g Farina di ceci
  • 55g Angel Mix Panificati
  • 7g Zucchero
  • 5g Sale fino
  • 10g Lievito fresco

  • Liquidi:
  • 190g Acqua a temperatura ambiente
  • 30g Olio di semi di girasole (o altro)
  • 10g Olio extravergine di oliva (oppure altro olio di semi)

  • Per lo spolvero:
  • Farina di riso oppure amido di mais.
  •   

    PREPARAZIONE

    Riunire tutti i "Solidi" nella ciotola dell'impastatrice e avviarla a bassa velocità con il gancio.

    Versare a filo i "Liquidi" e continuare a lavorare per una decina di minuti, passando a velocità medio alta e pulendo, di tanto in tanto e a macchina ferma, i lati della ciotola, usando una spatola e riportando l'impasto al centro.

    Versare l'impasto sul tavolo, e aiutandosi con la farina di riso per lo spolvero - ma senza esagerare - lavorare ancora brevemente l'impasto per formare una pagnottella soda e compatta.

    Adagiare la pagnottella così ottenuta all'interno di un cestino per la lievitazione leggermente infarinato, inserire il tutto in un sacchetto e mettere a lievitare a 30°c per circa 70/80 minuti, o comunque fino al raddoppio.

    10/15 minuti prima dello scadere del tempo preriscaldare il forno a 200°c, inserendo una teglia rovesciata che servirà da base d'appoggio per il pane.

    Rovesciare delicatamente la pagnottella su di un foglio di carta forno, eseguire un'incisione sulla superficie del pane per aiutarne lo sviluppo durante la cottura e infornare - appoggiandolo sulla teglia rovesciata - per 28 minuti. L'indicazione del tempo è suscettibile di cambiamenti, in più o in meno, in base alle prestazione del forno usato.

    Una volta cotto, lasciar raffreddare su una gratella e conservare in un sacchetto per 2 giorni a temperatura ambiente, oppure tagliare a fette e congelare fino a 60gg dalla data di produzione.


    NOTE

    E' possibile decorare la superficie del pane a piacimento, ad esempio aggiungendo semi di sesamo, di papavero, fiocchi di sale, ecc. 

    Per far aderire i semi e accentuare ancor di più la doratura del prodotto a fine cottura, prima di infornare è possibile spennellare la superficie con del latte (normale o delattosato), oppure con del latte vegetale (di riso, mandorla, ecc.), oppure anche solo con dell'acqua. In quest'ultimo caso la doratura sarà meno accentuata, ma i semi aderiranno comunque grazie alla caramelizzazione degli zuccheri presenti in superficie. 

    In caso di decorazione con semi, è opportuno - quando necessario e verso la fase finale della cottura - coprire la superficie del pane con carta stagnola per evitare che i semi anneriscano troppo.

    Per un prodotto a lunga lievitazione (12/24h) si consiglia di cercare le rispettive ricette per una descrizione completa delle varie fasi di esecuzione, ma indicativamente si può diminuire la quantità di lievito fresco a 3g. Il risultato sarà un prodotto dal sapore più intenso, con un'alveolatura più accentuata, morbido e soffice e dalla crosta croccante e profumata.

    Leggi anche..

    Visualizza tutto

    Xantano, cos'è..?

    Xantano, cos'è..?

    La gomma xantano è un polisaccaride prodotto dalla fermentazione dello zucchero (glucosio, saccarosio o lattosio) da parte del batterio Xanthomonas campestris. La sua scoperta avvenne negli anni ‘60 come parte di un programma di ricerca degli Stati Uniti volto a...

    Continua a leggere

    HPMC, cos'è..?

    HPMC, cos'è..?

    L’idrossipropilmetilcellulosa (HPMC) è un derivato celluloso che è stato sviluppato e utilizzato per la prima volta in applicazioni industriali e alimentari a partire dal XX secolo. La sua esatta origine in termini di scoperta e sviluppo iniziale è difficile da...

    Continua a leggere

    Lo Psillio, cos'è..?

    Lo Psillio, cos'è..?

    Lo Psillio, noto scientificamente come Plantago ovata, è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Plantaginaceae. Originario dell’Asia, del Mediterraneo e dell’Africa del Nord, lo Psillio è coltivato in varie parti del mondo per i suoi semi e per...

    Continua a leggere